Return to site

Teramara Pravis Sauvignon 2015

L'idea del riciclo è più antica di quanto si possa pensare, la gloriosa città di Angkor in Cambogia ne è un chiaro esempio. Una delle più grosse città pre-industriali, è un complesso di tempi secolari che comprende il famoso Angkor Wat. Costruito nel XII secolo come mausoleo personale dal re Suryavarman II, fu dedicato al dio Vishnu. Il secolo successivo, però, con l'avvento del buddismo ne diventò il centro di preghiera, riciclato insomma.

Anche il più piccolo tempio di Ta Prohm fu pensato come anello di congiunzione tra induismo e buddhismo dal re Jayavarman VII, e adibita a biblioteca buddista. Nei secoli successivi la natura ha deciso di visitare il tempio e con il passare del tempo gli alberi di gomma si sono impossessati dei muri con le loro radici.

Il loro rapporto era incominciato come piccole piantine decorative, ora non si capisce più se è il tempio a sorreggere l'albero o viceversa.

Una vita in simbiosi ed equilibrio, si sostengono a vicenda, come i profumi erbacei e quelli minerali del Teramara di Pravis che si alternano al fiore di bosso tipico del Sauvignon. In bocca è pulito, fresco e come le radici degli alberi di gomma, rimane; persistente.

Voto

3.9/5

Prezzo

14 euro

Dove 

Tannico

Teramara Pravis Sauvignon
ta prohm temple

Il tempio di Ta Prohm e i suoi alberi, rappresentano il livello di simbiosi e complicità che c'è tra viticultore e la sua terra. Il vino è la cartina al tornasole del loro amore.

All Posts
×

Almost done…

We just sent you an email. Please click the link in the email to confirm your subscription!

OKSubscriptions powered by Strikingly